La fatturazione elettronica è stata introdotta con la legge finanziaria 2008 per prevenire efficacemente l’evasione fiscale e le frodi IVA. Parliamo, dunque, di un obbligo di legge anche per tutte le pubbliche amministrazioni che devono trasmettere, gestire e conservare le fatture solo in formato elettronico”.

Fatturazione elettronica come funziona e cos’è?

Dal 1° gennaio 2019, la fatturazione elettronica è obbligatoria per tutti i soggetti IVA (esclusi gli esentati). Essa consente di inviare e ricevere le fatture senza dover stampare nulla su carta e, quindi, permette di azzerare interamente i costi relativi alla stampa, all’eventuale spedizione e allo spazio fisico in cui conservare le fatture cartacee. Oltre questi, fra i vantaggi principali emerge sicuramente la possibilità di una totale automazione ed integrazione dei processi.

Come detto sopra, ad introdurre la fatturazione elettronica è stata la legge finanziaria del 2008 e la norma di riferimento sulla fatturazione elettronica tra privati è il decreto legislativo n.127/2015, per cui le regole tecniche ed operative per la trasmissione telematica erano un’opzione esercitabile sin dal primo gennaio 2017.

In realtà l’avvio ufficiale, in Italia, alla fatturazione elettronica è stato dato il 6 giugno 2014 con il decreto MEF n.55 del 3 aprile 2013. In questa occasione è stata stabilità l’obbligatorietà verso la pubblica amministrazione.

Obblighi fatturazione elettronica: quali requisiti rispettare?

La fatturazione elettronica rappresenta una rivoluzione digitale perché consente di inviare, in modo molto semplice, fatture in formato elettronico ai diretti interessati ammortizzando tempi e costi. Per essere valida, però, la fatturazione elettronica deve rispettare determinati requisiti. Ecco quali:

  • Le fatture devono essere in formato xml, unico formato accettato dal Sistema di Interscambio (SdI)
  • Le informazioni obbligatorie per legge (rilevanti ai fini fiscali)
  • I dati e le informazioni richiesti dalla normativa vigente
  • Indicazioni sul soggetto trasmittente
  • Le fatture devono essere firmate con una firma elettronica qualificata o digitale di chi emette la fattura, a garanzia dell’autenticità dell’origine e dell’integrità del contenuto.
  • Inviare la fattura elettronica allo Sdi attraverso uno dei canali previsti dalla legge
  • Conservare digitalmente a norma le fatture elettroniche emesse e ricevute

Fatturazione elettronica in 3 step pratici:

Software fatturazione elettronica: scegli ARXivar

Conservazione fatturazione elettronica: scopri regole, obblighi e requisiti

IX-FE è il servizio di fatturazione elettronica, accreditato SdI, che gestisce tutte le fasi di invio e ricezione delle fatture elettroniche da/verso aziende private, verso gli acquirenti finali e verso la pubblica amministrazione anche per i subappaltatori (come richiesto dalla nuova normativa).

Il Servizio IX-FE permette di:

  • Archiviare le fatture XML in un’unica piattaforma integrabile ai gestionali in uso ed organizzarle
  • Ricevere le fatture XML ed inviare le notifiche di accettazione/rifiuto
  • Ricercare e consultare le fatture emesse, corredate da messaggi e notifiche del SdI, da qualsiasi device mobile
  • IX-FE consente, inoltre, di portare le fatture in conservazione a norma tramite il servizio IX-CE
  • IX-FE può essere integrato con ARXivar per una gestione full digital dei processi aziendali di ciclo attivo e passivo
Servizio IXFE | Fatturazione elettronica
RICHIEDI INFORMAZIONI

Sei interessato a soluzioni di fatturazione elettronica?

RICHIEDI INFORMAZIONI

Firma digitale

Il requisito di validità della fattura elettronica è determinato dalla firma digitale dell’emittente. Può essere apposta in due differenti modi:

  • Utilizzando la firma digitale
  • Delegando una software house che firmi i documenti per conto del titolare dell’azienda
Scopri di più

Conservazione della fattura elettronica

ARXivar propone soluzioni di conservazione a norma AgID sia in house come ARX-CE (ovvero su sistemi informativi interni all’azienda) sia in outsourcing come IX-CE, occupandosi per conto dell’azienda di tutte le fasi del processo di conservazione elettronica a norma. Così, il cliente attraverso il servizio di consulenza specialistico viene accompagnato e formato responsabilmente alle corrette operatività.

Scopri di più
Software fatturazione elettronica: scopri regole, obblighi e come conservare le tue fatture

Fatturazione elettronica: esempi di utilizzo