I risultati

Un 2016 in crescita di oltre il 10% rispetto all'anno precedente, un ecosistema di business partner sempre più qualificato e un team giovane e dinamico anch'esso in costante crescita. Date queste premesse non stupisce che Able Tech abbia moltissimi piani per il futuro. “Intendiamo focalizzarci sulla creazione di soluzioni in cloud e sulla fatturazione elettronica. Già oggi gestiamo il 2% delle transazioni effettuate elettronicamente dalle aziende verso la pubblica amministrazione, il che significa che circa 8.000 aziende ci hanno scelto quali partner per questa specifica attività. Un'esperienza preziosa che intendiamo mettere a disposizione del mercato per contribuire ad accelerare la diffusione della fatturazione elettronica anche tra privati, che nel 2017 entrerà nel vivo”, ha affermato Claudio Vigasio, President e CEO di Able Tech

Il trend

Nel corso del convegno è emerso che le aziende ad una soluzione di gestione documentale richiedono primariamente semplicità d’implementazione, d’utilizzo e riduzione degli investimenti iniziali (il trend delle soluzioni in cloud è in crescita). Oltre a ciò un miglioramento della comunicazione interna, un risparmio significativo dei tempi di esecuzione dei processi dell’utente oltre alla garanzia di sicurezza dei dati.

ARXivar NEXTARXivar NEXT: Semplicità e User experience

Tutto ciò ha portato Able Tech allo sviluppo di ARX NEXT (in uscita), il nuovissimo software in cloud presentato in occasione del Next Year. In linea con la crescita dell’utilizzo dei device mobili che ha rivoluzionato il modo di lavorare e lo ha reso multichannel, l’interfaccia della piattaforma è totalmente web e responsive. I driver principali che hanno guidato lo sviluppo dell’interfaccia sono stati la semplicità d’uso, il miglioramento della User Experience e la customizzazione: ARX NEXT permette di diversificare menù, layout e contenuti in base al device utilizzato da un utente specifico e alle sue mansioni, facilitandone massimamente il lavoro.

Strumenti per la Collaboration

Una chat integrata rende la comunicazione aziendale più veloce e funzionale eliminando i mezzi standard e dispersivi di collaboration (Skype, mail, sms…). La chat dà la possibilità di condividere ed aprire all’istante documenti e relativi profili, senza doverli scaricare e salvare su desktop per poi caricarli nuovamente, ma non solo… ARXivar NEXT permette la condivisione tramite chat e l’immediato utilizzo di qualunque tipo di oggetto (viste, fascicoli, associazioni...)

Road map ZanardiniFatturazione B2B: la soluzione Able Tech

Il Next Year è stata l’occasione per ricordare che dal 1 Gennaio sarà possibile inviare una fattura, e ovviamente gestirla e conservarla, solo ed esclusivamente in formato digitale. Il servizio IX, nato per la gestione di tutto il processo d’invio delle fatture PA, permetterà anche nello scambio di fatture tra privati di generare, firmare digitalmente ed inviare le fatture elettroniche xml, ricevere le comunicazioni di conferma dal SDi e portare in conservazione le fatture per conto delle aziende, sollevandole dalla gestione manuale delle singole fasi del processo. Il portale permetterà inoltre di ricercare e consultare le fatture emesse, corredate dai messaggi e dalle notifiche del SDi, da qualsiasi device mobile.

Gestione email PEC

Altra importane novità sul fronte soluzioni in cloud, ARX PEC, il servizio che permette l’archiviazione automatica dopo l’invio/ricezione delle mail PEC all’interno del sistema di Document Management, la loro organizzazione e conservazione a norma.

I Partner certificati

In occasione dell’evento è stata ufficializzata la classificazione dei partner in Bronze, Silver e Gold, Invece introdotta per dare risalto ai rivenditori più abili e come stimolo per tutti a fare sempre meglio, rendendo le aziende maggiormente riconoscibili nel mercato tramite l’elenco dei loghi disponibile per la prima volta in uno spazio dedicato linkato dal sito arxivar.it

Anche TradeManager, Digital4Executive e Digital4Trade parlano del Next Year!

VAI ALL’ARTICOLO DI TRADE MANAGER

VAI ALL’ARTICOLO DI DIGITAL4EXECUTIVE

VAI ALL’ARTICOLO DI DIGITAL4TRADE